Un lupo tra i calanchi

  • by

Tra i vari branchi monitorati nel materano, quello dei “calanchi” è quello a cui sono più affezionato. Forse perché sono i primi lupi che ho incontrato tra le argille di questa regione o forse perché è quello di cui conosco parte dei suoi infiniti segreti e astuzie.

Tutto è iniziato nell’agosto 2012 quando con Antonio Iannibelli posizionammo la prima fototrappola nel torrente Salandrella alle pendici di Craco. Neanche due giorni e un vecchio lupo sfilò per la prima ed ultima volta davanti al sensore notturno.

Da quel giorno prese vita l’idea di un progetto di monitoraggio nella nostra terra.

Tanti i chilometri percorsi tra l’argilla bianca e il sole cocente a raccogliere i loro segni di presenza e tanti gli appostamenti notturni nelle calde sere d’estate senza riuscirli a vedere.

Solo il fototrappolaggio ci ha donato immagini preziose per poterli conoscere meglio e capire i loro spostamenti sul territorio.

Ma alla fine dei tre anni di monitoraggio del lupo nel materano, un cucciolone di un anno e mezzo a deciso di farsi immortalare dalla mia reflex nella Riserva Regionale dei Calanchi di Montalbano Jonico!!!

Canis lupus italicus

Canis lupus italicus

 

Fabio Quinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.