La vipera e il topo

  • by

Girando alla ricerca dei punti di marcatura del lupo nei tratturi del Parco della Murgia materana con l’amica Gabriella ci siamo imbattuti in una Vipera aspis hugyi, tipica sottospecie dell’Italia meridionale. Pochi attimi prima dell’incontro un fuoristrada ci ha sorpassato; è stato più veloce di noi, della vipera e del piccolo topo che stava ingoiando, fermando l’istante prima ancora della macchina fotografica.

Vipera aspis hugyi

Sicuramente il roditore, dopo essere stato morso, ha finito la sua corsa proprio sul ciglio della strada sterrata costringendo la vipera a raggiungerlo e mangiarlo lì dove anch’essa ha trovato la morte. In realtà al nostro arrivo sembrava fosse ancora viva ma alla vista del topo squarciato abbiamo subito capito che c’era qualcosa di strano. Infatti anche il “collo” dell’aspide era visibilmente lacerato e si vedeva fuoriuscire anche parte della preda che aveva già ingerito.

2

3

4

Sembrerebbero due vite spezzate per nulla… in realtà, come documenta la foto, anche dopo la morte la natura continua a fare il suo corso… il moscone troverà un posto per deporre le uova e dare alla luce le sue larve e chissà se qualche falco grillaio banchetterà con la sua compagna nei buchi dei suggestivi Sassi di Matera.

Fabio Quinto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.